Skip to the content

Versione Italiana English Version
Formazione ECM
Formazione

La consapevolezza che la formazione sia lo strumento di eccellenza per agire sullo sviluppo e la valorizzazione delle conoscenze e competenze delle risorse umane è ormai diventato patrimonio della cultura aziendale dell'IRCCS Oasi. L'IRCCS, infatti, ha investito e continua ad investire nella formazione con la finalità di rafforzare il proprio capitale professionale e puntare a livelli di performance sempre più elevati, talché le ricadute in termini di qualità dei servizi offerti siano tangibili. 

La persona, con disabilità e chi l'assiste, è il principio chiave che guida le scelte prima cliniche, quindi di ricerca e, conseguentemente, formative dell'Istituto. È noto ormai che la “cura” non passi solo attraverso prestazioni specialistiche qualificate, ma sia il frutto di un processo di aiuto complesso che richiede indispensabili competenze cliniche e tecnico-specialistiche, qualità umane, relazionali e competenze organizzative tali per cui acquisti senso il concetto di "coera" che in latino esprimeva l'atteggiamento di premura, vigilanza e preoccupazione nei confronti della persona amata o che si determina nel momento in cui l'esistenza di qualcuno ha importanza per l'altro. Solo cosi il servizio prestato può realmente essere efficace, appropriato e “curante” e, allo stesso tempo, può prodursi quell'efficienza che è il  fattore chiave delle, ormai, croniche politiche di spending review.

È necessario, quindi, avere sullo sfondo il professionista non come entità individuale ma nella sua dimensione collettiva e organizzativa per cui la formazione sia quello spazio, che va oltre la dimensione fisica dell'aula, in cui il sapere  tecnico-specialistico, comportamentale, da bagaglio del singolo diventa patrimonio comune, in cui le istanze e i progetti di sviluppo individuale si coniughino con quelle del gruppo di riferimento professionale e dell'organizzazione nel suo insieme ed infine con le richieste di salute che l'ambiente esterno produce.  

L'obiettivo di fare “rete” declinato già nel Piano Sanitario Regionale e cogente per l'IRCCS in virtù dell'Accordo Contrattuale con l'Assessorato alla Salute e l'Assessorato della Famiglia e delle Politiche Sociali, è realizzabile solo puntando alla sinergia strategica e simmetrica di tutti gli attori del sistema, che superi gli steccati dell'autoreferenzialità e dell'autosufficienza e solleciti nel professionista la capacità di vedere il proprio operato in un continuum con quello di altri professionisti, nella consapevolezza che al centro del sistema salute c'è la persona. Ciò diventa un fattore indispensabile se si vuole attuare concretamente il modello di “presa in carico globale” che può consentire la garanzia del diritto di salute, costituzionalmente sancito, soprattutto, come nel caso delle persone con disabilità intellettiva o involuzione cerebrale, in cui il bisogno di salute è complesso e multidimensionale.

 

Associazione Oasi Maria SS. Onlus D.P.R. 471 DEL 24-06-1974
Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico per lo studio del Ritardo Mentale e dell’Involuzione Cerebrale
(Decreti Interministeriali del 9-2-1988, dell’8-2-1993 e del Ministero della Salute del 5-9-2006)

Via Conte Ruggero 73 - 94018 TROINA (EN)
Tel. +39 0935-936111 - Fax: +39 0935-653327
E-mail: info@oasi.en.it

 

Contatti