Skip to the content

Versione Italiana English Version
Qualità e Miglioramento
Qualità e Miglioramento

"La Qualità" rappresenta per l'IRCCS un processo continuo di miglioramento che non conosce soste o interruzioni e che va oltre l’obbligo di legge o il rispetto degli standard. A oltre dieci anni dall'introduzione della figura del risk manager nell’ambito delle strutture sanitarie,  come normato e raccomandato dal Ministero della Salute, la sicurezza del paziente e la qualità dei servizi erogati rappresentano un binomio inscindibile nonché valori prioritari e improcrastinabili per l’IRCCS OC Oasi, nella consapevolezza che il pieno raggiungimento della “qualità” è possibile grazie alla partecipazione e collaborazione dei propri pazienti/utenti e di tutti gli operatori.

Il Miglioramento Continuo

L’IRCCS Associazione Oasi Maria SS. ONLUS indirizza le sue attività al miglioramento continuo della qualità, al fine di concretizzare il principio di centralità della persona assistita e dei familiari nei servizi erogati.

Tale strategia che rappresenta l’applicazione alle organizzazioni sanitarie delle teorie del Total Quality Management (TQM) può essere definito come una cultura istituzionale caratterizzata da un aumento della soddisfazione dei pazienti/utenti, interni ed esterni,  attraverso il miglioramento continuo e il coinvolgimento degli operatori tutti.

Il TQM concretizza la gerarchia delle definizioni di qualità:

  • Qualità è soddisfare continuamente le aspettative dei pazienti/utenti;
  • Qualità totale è ottenere qualità a con riduzione dei costi;
  • Gestione della qualità totale è ottenere qualità migliore con il coivolgimento di tutti.

In tal senso, il miglioramento continuo della qualità viene promosso attraverso:

  • L’elaborazione dei percorsi per l’ottenimento della certificazione di qualità;
  • La realizzazione di un set di indicatori per la valutazione della qualità delle attività sanitarie;
  • Il monitoraggio delle procedure e dei protocolli per la riduzione delle non conformità;
  • L’individuazione di obiettivi annuali di miglioramento;
  • L’attenzione al “benessere organizzativo” dei dipendenti-collaboratori;
  • La predisposizione e l’organizzazione, a partire da una accurata valutazione del bisogno formativo, di un’ampia offerta formativa nelle aree tecnico-professionale, organizzativo-gestionale ed etica;
  • L’ampliamento e il rafforzamento della comunicazione organizzativa integrata.
 Gli Impegni per il Miglioramento Continuo

L’IRCCS si propone di assicurare, con continuità, competenza, qualità e livello adeguato delle proprie prestazioni, dotandosi di tutte le risorse che consentano di agire in termini di efficacia ed efficienza e, quindi, di valutare i risultati complessivi, non semplicemente in termini di equilibrio economico-finanziario, ma sopratutto in termini di coerenza tra risorse impiegate e risultati conseguiti a tutela della salute.
Tale obiettivo viene perseguito offrendo e adeguando tutti i processi alle particolari esigenze, implicite ed esplicite, della persona assistita e monitorando il raggiungimento dei risultati attesi.

Diversi sono gli aspetti su cui l'IRCCS intende lavorare per migliorare la propria attività:

  1. Umanizzazione dell’assistenza:
  • tempo specifico;
  • corsi di formazione.
  1. Rispetto dei tempi di consegna delle copie delle cartelle cliniche
  • Il monitoraggio mensile ci permette di valutare i tempi medi impiegati per l’evasione delle richieste delle cartelle cliniche.
  1. Rilevamento della soddisfazione
  • Le Direzioni, al fine di migliorare il servizio reso, sottopone periodicamente alle persone assistite e alle loro famiglie un questionario per la rilevazione della soddisfazione che dovrà essere superiore all'80% della qualitá percepita.
  1. Riduzione delle non conformità e dei reclami
  • La certificazione di qualità è garanzia da un approccio clinico condotto secondo regole condivise e scientificamente validate a livello internazionale.

       Il nostro impegno mira a ridurre:

  • Le non conformità non gravi entro il 5% per numero di prestazioni;
  • I reclami entro l’1% per numero di persone assistite.
  1. Sicurezza in sala operatoria
  • La sicurezza in sala operatoria si contraddistingue per la complessità intrinseca caratterizzante tutte le procedure chirurgiche, anche quelle più semplici. E' nostra responsabilità adottare le raccomandazioni riportate nel "Manuale per la sicurezza in sala operatoria" redatto dal Ministero della Salute.
L'UOS Qualità e Rischio Clinico 
RESPONSABILE

Dott. Salvatore Pettinato 

CONTATTI SEDE Domus Mariae - Piano 5° (Ascensore A) 
RECAPITI
E-MAIL spettinato@oasi.en.it

Promuove, in modo sistematico e permanente, la qualità delle prestazioni e dei servizi, al fine di migliorare i livelli di salute ed il soddisfacimento dei bisogni dell’utenza, in un contesto di sicurezza, partecipazione e responsabilità condivisa, attraverso le politiche di governo clinico secondo i principi definiti nell'art. 49 dell'Atto Aziendale.

Inoltre:

  • supporta il management aziendale nella stesura e nella implementazione dei piani aziendali di miglioramento
  • supporta le diverse articolazioni aziendali nell’impianto e nello sviluppo dei programmi di miglioramento qualitativo attraverso un approccio multi‐disciplinare di sistema che comprenda i pazienti, i professionisti e l’organizzazione
  • promuove la gestione del rischio clinico e della sicurezza dei pazienti e delle cure
Raccomandazioni Ministeriali
Procedure
Le Certificazioni di Qualità

Attraverso la certificazione delle proprie strutture, ai sensi della norma ISO 9001:2008, l'Istituto intende realizzare un'impresa efficiente e si propone di mostrare e dimostrare che il principale fattore differenziante resta una reale politica per la qualitá, intesa a perseguire la piena soddisfazione della persona assitita e dei suoi familiari.

Lo sforzo compiuto sin dal 2007, sebbene con una modalità modulare, è stato quello di condurre a unità il sistema qualità così da ottenere una certificazione unica e, soprattutto, così da avere porcedure, istruzioni operative e moduli uguali per tutti i dipartimenti.

In questo modo si ritiene di poter raggiungere due obiettivi:

  • facilitare il compito del personale grazie alla condivisione di modelli simili (per quanto applicabili) in tutto l'IRCCS;
  • consentire una gestione più efficiente (e più economica) del sistema qualità.

A oggi sono già stati certificati:

  • La Direzione Scientifica;
  • Il Dipartimento per l'Involuzione Cerebrale Senile;
  • Il Dipartimento dei Laboratori;
  • Il Dipartimento di Chirurgia;
  • Il Dipartimento per il Ritardo Mentale;
  • l'UOC Interdipartimentale di Diagnostica per immagini;
  • L'Ufficio Formazione e ECM;
  • La Farmacia.

Per quanto attiene la certificazione dell'intero IRCCS auspichiamo l'ottenimento nel corso dell'anno 2016, completando l'implementazione del sistema qualità nelle rimanenti Direzioni Amministrativa e Sanitaria, secondo un piano di lavoro già concordato con l'Ente Certificatore.

undefined

 

 

Associazione Oasi Maria SS. Onlus D.P.R. 471 DEL 24-06-1974
Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico per lo studio del Ritardo Mentale e dell’Involuzione Cerebrale
(Decreti Interministeriali del 9-2-1988, dell’8-2-1993 e del Ministero della Salute del 5-9-2006)

Via Conte Ruggero 73 - 94018 TROINA (EN)
Tel. +39 0935-936111 - Fax: +39 0935-653327
E-mail: info@oasi.en.it

 

Contatti