Skip to the content

Versione Italiana English Version

Anche l’IRCCS Oasi Maria SS di Troina (EN) partecipa alla giornata internazionale per l’Epilessia che si celebra nella giornata di lunedì otto febbraio.

Scoperte nuove cause in campo genetico che aiutano la diagnosi e la terapia dell’Epilessia che in Italia interessa 500 mila persone con oltre 30 mila nuovi casi l’anno

-------------------------------------------------

 

Troina 6 febbraio 2016- Lunedì, otto febbraio, ricorre la giornata mondiale per l’Epilessia organizzata dalla Lega Italiana Contro L’Epilessia (LICE), sostituendo così la giornata nazionale che solitamente si teneva la prima domenica di maggio. In molte piazze italiane sono stati allestiti sportelli informativi, Open Day con visite gratuite, con l’obiettivo di far conoscere, in maniera capillare e più da vicino, questa malattia che solo in Italia interessa circa 500 mila persone con oltre 30 mila nuovi casi l’anno. L'Epilessia è una malattia non tanto rara, che consiste in una scarica anomala che si verifica all’interno del cervello e che provoca, da un punto di vista clinico, delle manifestazioni che sono le cosiddette “crisi epilettiche”. Una patologia neurologica quella dell’Epilessia,che è al terzo posto dopo le malattie cardiovascolari e quelle con deficit intellettivo e sensoriale. Un appuntamento importante, quello promosso e organizzato dalla LICE, che porta in piazza e negli ospedali diverse iniziative. Quest’anno, al fine di rafforzare la campagna di sensibilizzazione su questa malattia, i principali e importanti monumenti d’Italia si illumineranno per tutta la giornata di viola che è il colore simbolo dell’Epilessia riconosciuto a livello internazionale. Anche il Comune di Troina partecipa a questa iniziativa illuminando il prospetto del palazzo Municipale in piazza Conte Ruggero. Purtroppo, nei confronti dell’Epilessia non mancano i pregiudizi e l’approccio culturale rispetto ad altre patologie è diverso. E’ importante ricordare che l’Epilessia non porta nessuna menomazione nell’ambito della vita quotidiana e del successo professionale.    La modernizzazione della medicina ha fatto progressi soprattutto nel campo dell’epilettologia, e con una corretta diagnosi e un’adeguata terapia farmacologica e in alcuni casi anche chirurgica, si possono ottenere soddisfacenti risultati. Il dottore Maurizio Elia, responsabile del Centro per la Diagnosi e Cura dell’Epilessia dell’IRCCS “Associazione Oasi Maria SS" Onlus di Troina, (uno dei tre centri regionali riconosciuti in Sicilia) ci dice che “oggi la ricerca medica è in grado di poter esaminare meglio gli aspetti legati alle cause dell’Epilessia, perché sono state scoperte nuove cause, soprattutto genetiche, e quindi ciò permette di fare più diagnosi. Attualmente sono sempre meno i casi di Epilessia le cui origini sono sconosciute. Inoltre – continua il dottore Maurizio Elia - abbiamo delle armi terapeutiche e non solo,che stanno riducendo sensibilmente la quota di coloro che resistono ai farmaci oggi disponibili e si tratta di una quota di persone calcolata attorno al 30 per cento. Il nostro centro, l’Irccs di Troina, ha da molti anni un centro dedicato all’Epilessia, e vive questa giornata con delle iniziative che la coinvolgono a livello regionale”.

 

Salvo Calaciura

IRCCS - Associazione Oasi Maria SS

Ufficio Stampa - Addetto Stampa

Via Conte Ruggero , 73

94018 Troina (EN)

Phone +39 0935/93.66.72

Mobile  +39 338/77.84.069
Fax +39 0935/93.62.15

scalaciura@oasi.en.it

Associazione Oasi Maria SS. Onlus D.P.R. 471 DEL 24-06-1974
Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico per lo studio del Ritardo Mentale e dell’Involuzione Cerebrale
(Decreti Interministeriali del 9-2-1988, dell’8-2-1993 e del Ministero della Salute del 5-9-2006)

Via Conte Ruggero 73 - 94018 TROINA (EN)
Tel. +39 0935-936111 - Fax: +39 0935-653327
E-mail: info@oasi.en.it

 

Contatti